comunicati


Petizione riforma degli O.O.C.C.

l'A.GE. Pompei informa che:

in Piazza Bartolo Longo, nei giorni 9 e 10.06.07 dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00.  

si effettuerà
La raccolta di firme per la legge di riforma degli O.O.C.C.promossa dall’AGE a livello nazionale.


Considerato che la partecipazione attiva nella scuola è un valore maturato negli anni,da non disperdere, da sostenere e promuovere.si chiede ai genitori tutti di sottoscrivere la petizione.E'la prima volta che i genitori, possono avere un ruolo attivo e far sentire la propria voce,su una proposta di legge così importante. Che andrà ad incidere fortemente sulla  futura partecipazione attiva dei genitori nelle scuole di ogni ordine e grado.

A.GE. Pompei

 

Leggere una Rivista di pedagogia e di scienze dell'educazione

Università degli Studi di Palermo
Facoltà di Scienze della Formazione
Olimpia Fabbri,

una studentessa universitaria,
legge una Rivista di pedagogia e di scienze dell’educazione
“biblíon“ , I, 1, Franco Angeli, Milano 2006, pp.176 -
Cattedra di Pedagogia generale
(Prof. Ignazio Licciardi)


Grazie a Linda Giannini, Fatina dell'Infanzia,


possiamo visionare le varie slides organizzate da Olimpia Fabbri


in http://www.didaweb.net/liste/leggi.php?a=1954&lista=017

Continua il seminario invisibile...“Leggere pedagogicamente la città”

DA LINDA GIANNINI RICEVIAMO
“Leggere pedagogicamente la città”
Per una maggiore visibilità del "Seminario Invisibile"
si segnala un aggiornamento tra i materiali
presenti in relazione al Seminario On line “Leggere pedagogicamente la citta’”
http://www.didaweb.net/liste/leggi.php?a=1954&lista=017


http://www.descrittiva.it/calip/0607/mona/Mariangela-Aiuto.pdf


“IL BRUCO E LA FARFALLA”
L’EDUCATORE PENITENZIARIO
E IL TRATTAMENTO RIEDUCATIVO
NELLA “CITTA’ INVISIBILE”
OVVERO NELLA CASA CIRCONDARIALE
A.A.2004/2005
A cura della Dott.ssa Mariangela Aiuto


Università degli Studi di Palermo
Facoltà di Scienze della Formazione
Cattedra di Pedagogia generale
(Prof. Ignazio Licciardi)

 

Aiutaci A Cambiare Le Cose... 
 

COMITATO TROVIAMO I BAMBINI - ASSOCIAZIONE ANGELA CELENTANO - AGE POMPEI

 Alla Cortese attenzione di :Tutti i nostri sostenitori
Ministri Deputati Senatori
Europarlamentari
Stampa - Radio e tv -

Ringraziamo l'On. Erminia Mazzoni, che dopo la ns segnalazione si è attivata per FARE CHIAREZZA, sui fondi Daphne (della Comunità Europea, quindi soldi anche degli ITALIANI), a favore anche delle FAMIGLIE DEI BAMBINI SCOMPARSI, famiglie che NULLA SAPEVANO, di tali Fondi, e continuano a lottare con danari propri ! Molte sono state le e mail che abbiamo inoltrato alla Child Focus, per sapere, di quanti fondi abbiano beneficiato e come siano stati USATI  per le famiglie ITALIANE. Tale Federazione Europea, non ha mai risposto, pretendi anche tu di sapere come siano stati usati I TUOI SOLDI, Sappi che è un tuo diritto, chiunque, cittadino Eurpoeo, deve poter visionare COME e QUANTI danari, siano stati utilizzati per combattere piaghe quali: BAMBINI SCOMPARSI.
Aiutaci a cambiare le cose, scrivi a Child Focus e diffondi questo appello.

scrivi alla Federazione Europea all'indirizzo e mail  delphine.moralis@childfocus.org.

Hai paura di una foto?

 Venerdì 11 maggio alle ore 11.00 - Sala Santa Chiara - Napoli

 trovare canali capillari di diffusione.

Sms, internet, le confezioni di prodotti di largo consumo sono perfette, ma sono ancora tante, troppe le resistenze.

Il comitato "Troviamo i bambini", A.Ge Pompei  e l'Associazione Angela Celentano incontrano chi, come loro, ha voglia di impegnarsi affinché anche in Italia la diffusione delle foto dei bimbi scomparsi possa

INTERVERRANNO

Comitato Troviamo i bambini
• Cora Bonazza
• Marco Borrega
• Catello Celentano

Genitori Bambini Scomparsi
• Filippo Pappalardi
• Pierluigi Bruno
• Enrico Cori

Esperti
• Dott.ssa Maria Rosa Dominici
Psicoterapeuta, esperta di vittimologia e membro New York Accademy of Sciences

Associazione Genitori Italiani
• Angela Ferrari Crivelli - Presidente Onorario
• Stella Carfora - A.Ge. Pompei

Parteciperà
• Onorevole Sandra Cioffi - Segretaria della Commissione Bicamerale Infanzia

E' richiesto l'accreditamento stampa all'indirizzo di email: info@troviamoibambini.it

L'incontro sarà a porte chiuse, solo coloro che avranno dato conferma di partecipazione potranno accedere alla sala.


www.troviamoibambini.it
 

Il Comitato Troviamo i bambini,in collaborazione con
l'Associazione genitori Age Pompei e,l'Associazione Angela Celentano
 
Invitano

Venerdì, 11 MAGGIO 2007

Paura di una foto?

Incontro pubblico

Sala Santa Chiara, Piazza del Gesù, ore 11.00

NAPOLI

Il comitato Troviamo i bambini, l'Associazione genitori A.ge Pompei e l'Associazione Angela Celentano incontrano
chi, come loro, ha voglia di impegnarsi affinchè anche in Italia la diffusione delle foto dei
bimbi scomparsi possa trovare canali capillari di diffusione.

Sms, internet, le confezioni di prodotti di largo consumo sono perfette, ma sono ancora
tante, troppe le resistenze.

Siamo consapevoli che è solo un tassello di un problema più grande , ma è importante.

Discutiamone insieme...

Vi preghiamo di dare conferma della Vostra partecipazione all’indirizzo di posta:

info@troviamoibambini.it

L’incontro sarà a porte chiuse, solo coloro che avranno dato conferma di partecipazione potranno accedere alla sala.

 

Comitato Troviamo i bambini 
Associazione Angela Celentano
Associazione genitori Age Pompei


Con il Patrocinio del Consiglio della Regione Campania

  

UN IVITO A PARTECIPARE A QUANTI HANNO A CUORE LA SCUOLA, AL DIBATTITO SULLA SCUOLA PROMOSSO DALL' ASSESSORATO ALL' ISTRUZIONE E FORMAZIONE.
UN INIZIATIVA CHE HA LO SCOPO:DI INCONTRARSI E CONFRONTARSI SU PROPOSTE CONCRETE

Scuola Pubblica Assemblea Incontri-Confronti-Proposte
Convegno Regionale 3/4 Maggio Stazione Marittima
  
Giovedì 3 maggio
Ore 15 - 18,30
Ore 14,30
Registrazione e Welcome coffee.
Ore 15,00
Le ragioni del convegno
Corrado Gabriele
Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Campania.
La professionalità docente:
nodi contrattuali e nodi politici
I problemi in campo
Annamaria Palmieri
docente.
Gli interventi della Regione
Paolo Monaco
Responsabile scuola dell’Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavorodella Regione Campania.
Ore 16,15 - 17,30
La posizione dei sindacati
Intervengono:
Franco Buccino (Flcgil),
Vincenzo Brancaccio (Cisl),
Davide Sarnataro (Uil),
Francesco Amodio (Cobas),
Salvatore Margiotta (Snals),
Felice Masone (Ugl).
Ore 17,30 - 18,30
Interventi dal pubblico.


Venerdì 4 maggio
Ore 9,30 - 13,30
Ore 9,30
Le politiche scolastiche
Il livello nazionale
Modera Corrado Gabriele.
Ore 9,45
Competenze statali e competenze regionali:
Emanuele Barbieri
capo Dipartimento programmazione del Ministero della Pubblica Istruzione.
Ore 10,15
Il punto della situazione. Ne parliamo con:
Pietro Folena
Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati.
Alba Sasso
Vicepresidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati.
È stata invitata Silvia Costa
Assessore all’Isruzione e Formazione della Regione Lazio, Coordinatrice degli Assessori regionali all’Istruzione.
Ore 11,00
Il punto di vista della scuola. Ne parliamo con:
Angela Cortese Coordinatrice degli Assessori all’Istruzione dell’Upi,
Gregorio Iannaccone Presidente nazionale dellAndis,
Enrico Panini
Segretario generale della Flcgil,
Mariangela Prioreschi Presidente nazionale dell’Aimc,
Sofia Toselli
Presidente nazionale del Cidi.
Ore 12,20
Interventi dal pubblico.
Ore 13,30 Colazione di lavoro.
Ore 14,30-18,00
Il livello regionale
Introduce Adriana Tocco
consulente Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro
della Regione Campania.
Ore 14,45
Le politiche regionali. Ne parliamo con:
Luisa Bossa
Presidente della Commissione Cultura del Consiglio Regionale della Campania,
Alberto Bottino
Direttore generale Ufficio Scolastico Regionale della Campania,
Pier Luigi Lo PrestiDirigente del Settore Istruzione Regione Campania,
È stata invitata Paola Manzini
Assessore all’Istruzione e formazione della Regione Emilia-Romagna.
Ore 15,30
Riflessioni e proposte dal mondo della scuola.
Intervengono:
Vito Bardascino, Irma Caputo, Stella Carfora, Aldo
Musciacco, Salvatore Napoli, Salvatore Pace.
Ore 16,20
Interventi dal pubblico.
Ore 17,30
Conclusioni di Corrado Gabriele.
 
 
È stato richiesto esonero dalle lezioni
incontri - confronti - proposte
Assessorato Istruzione
Formazione e Lavoro UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo
 

È necessario prenotarsi telefonando al seguente numero:
081.796.6516
o inviando una e-mail a:
frascagiuseppe@libero.it
Sarà rilasciato attestato di partecipazione.

 

RICEVO E COMUNICO CON MOLTO PIACERE QUESTA NOTIZIA.

COMUNICATO STAMPA


IV COMMISSIONE: CUNDARI, SUL PIANO CASE LAVOREREMO INSIEME CONSIGLIO E GIUNTA


NAPOLI, 19 APRILE 2007 – “Lavoreremo insieme, Consiglio e Giunta, per approvare al più presto il piano-case della Campania”.
E’ quanto ha affermato l’Assessore regionale all’Urbanistica Gabriella Cundari che, stamane, ha partecipato alla riunione della IV Commissione consiliare permanente, presieduta da Pasquale Sommese (Margherita).
Nella seduta di martedì scorso, la IV Commissione ha, infatti, deciso di istituire un tavolo tecnico sulle problematiche abitative in Campania e per dare vita ad un progetto di legge in materia. A questo proposito, l’Assessore Cundari ha illustrato le tematiche oggetto della riunione che proprio martedì scorso ha visto impegnata la responsabile regionale dell’Urbanistica con il Ministro per le Infrastrutture Antonio Di Pietro a Roma. L’esponente dei Verdi ha, infatti, reso noto che entro il 5 giugno prossimo il Governo definirà il piano-case nazionale, il quale prevederà la realizzazione di nuovi alloggi di edilizia popolare, anche attraverso la bioedilizia, nonché di un piano affitti. In vista di questo impegno assunto dal Governo, l’Assessore Cundari ha, quindi, sottolineato che “la Regione Campania, tenuto conto delle peculiarità delle sue problematiche abitative, dovrà in tempi brevi predisporre il proprio piano”.


 

Mi fa piacere, pubblicare questo comunicato dell' AGE Nazionale perchè lo condivido appieno.Infatti ancor prima, che  i media mettessero sotto accusa, i genitori. Avevo inviato al ministro Fioroni una e-mail, a cui non è seguita risposta. potete leggerla se volete nei post precedenti. Credo, che i genitori debbano con forza chiedere di conoscere i diritti e i doveri nell' accompagnamento del percorso scolastico dei figli. E, chiedere con forza la riforma degli OO.CC.
si accettano commenti.

Si può commentare  anche nel sito nazionale www.age.it

COMUNICATO STAMPA

 Bullismo, i genitori non ci stanno

L’Associazione Italiana Genitori A.Ge. dice no alla strumentalizzazione mediatica che mette la famiglia sul banco degli accusati
La sera del 13 marzo 2007 si è tenuto il processo mediatico (Rai 1 e La7) nei confronti dei genitori che, essendosi avvalsi della facoltà di “non rispondere” (in quanto assenti) si sono ritrovati pressoché gli unici e colpevoli responsabili delle inefficienze del sistema educativo nazionale e delle politiche scolastiche.E, in queste settimane, è in corso una campagna, anche sulla carta stampata, volta a dimostrare, senza possibilità di replica, che i genitori sono colpevoli del bullismo, del degrado dell’istituzione scolastica, di incitamento alla violenza.Secondo alcune dichiarazioni espresse in TV, proprio a causa dell’impossibile dialogo con le famiglie, 150mila insegnanti andrebbero in pensione!
La recente campagna mediatica che ha posto la famiglia sul banco degli accusati non trova d’accordo l’Associazione Italiana Genitori A.Ge., che la giudica semplicistica e ingiusta. Così come il Ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni è attento a distinguere fra i tanti insegnanti che fanno il loro dovere e  alcune ‘mele marce’, così anche a proposito di famiglia non si può fare di tutte le erbe un fascio. È ormai unanimemente riconosciuto che sulla famiglia grava gran parte dei costi sociali: diversamente abili, anziani, persone con problemi psichiatrici, tutti fanno carico sulle famiglie di origine. Sulla famiglia si scaricano poi altre tensioni: la crisi economica, l’integrazione e via dicendo.
La famiglia però è sola ad affrontare tutte queste problematiche. Manca una adeguata politica di sostegno alle famiglie che consenta loro di affrontare le varie forme di disagio. E manca un vero protagonismo delle famiglie, che a volte sono consultate, spesso sono oggetto di interventi, ma difficilmente sono coinvolte nelle scelte.
Anche sul versante scolastico, si parla sempre più spesso del genitore-utente, e mai del genitore come componente attiva della scuola, come prevede invece la legge. Vi sono temi da sempre elusi dagli operatori della scuola, e adesso del tutto sconosciuti negli odierni tribunali improvvisati: la partecipazione dei genitori a scuola, faticosamente operata e conquistata, l’alleanza educativa scuola-famiglia, i genitori come possibile risorsa per l’educazione, la corresponsabilità di tutti gli attori dell’educazione scolastica nell’affrontare i problemi vecchi e nuovi,  l’associazionismo educativo dei genitori, riconosciuto dalla legge ma ignorato nella pratica.
Un ruolo attivo negli organi collegiali della scuola (il dibattito è aperto in queste settimane circa il riassetto degli stessi), il funzionamento dei Forum delle Associazioni dei Genitori nella Scuola, il coinvolgimento dei genitori negli Osservatori sul Bullismo: questi sono gli impegni concreti che chiediamo alle istituzioni e al Ministero della Pubblica Istruzione. Fa pensare che si vogliano eliminare i rappresentanti di classe, che sono i primi mediatori fra scuola e famiglia, fa pensare che non si diano spazio e risorse alle associazioni dei genitori per fare formazione ed educazione alla genitorialità. Sui modesti bilanci delle associazioni dei genitori

www.age.it

 
 

A SCUOLA CON QUALITA'

Al via la 4a edizione del Premio Andrea per la Qualità nella scuola, che in passato ha visto la partecipazione di centinaia e centinaia di scuole. Il concorso è aperto a dirigenti, insegnanti, operatori scolastici e genitori della Scuola dell'infanzia, della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1° grado, della Scuola Superiore e Formazione Professionale, sia statali
che paritarie nonché alle Associazioni Genitori locali.
Nella valutazione dei progetti si terrà conto del miglioramento della qualità, del coinvolgimento e della partecipazione dei genitori e del grado di riproducibilità in altre scuole e/o contesti. Scadenza il 15 ottobre 2007.

/sub/andrea/concorsi2007/IV_Premio_Andrea_Scuola.pdf Leggi il bando  (199.06 KB)  su www.age.it

 

Concorsi : Premio Andrea Scuola - 4^ edizione
 
A SCUOLA CON QUALITA'

Al via la 4a edizione del Premio Andrea per la Qualità nella scuola, che in passato ha visto la partecipazione di centinaia e centinaia di scuole. Il concorso è aperto a dirigenti, insegnanti, operatori scolastici e genitori della Scuola dell'infanzia, della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1° grado, della Scuola Superiore e Formazione Professionale, sia statali
che paritarie nonché alle Associazioni Genitori locali.
Nella valutazione dei progetti si terrà conto del miglioramento della qualità, del coinvolgimento e della partecipazione dei genitori e del grado di riproducibilità in altre scuole e/o contesti. Scadenza il 15 ottobre 2007.

 Leggi il bando  (199.06 KB)  su   www.age.it

 

Convegni : Meeting Point Europe: Families and Generations on new Paths
GENERAZIONI A CONFRONTO
Possono le generazioni stare in contatto e imparare l'una dall'altra? Come contributo a mantenere una società solidale, ecco il convegno "Meeting Point Europe: Families and Generations on new Paths", che si terrà a Berlino dal 19 al 20 marzo prossimi. Non si tratta di un simposio accademico ma di una piattaforma progettuale con workshops ed esperienze realizzata a cura del comitato tedesco della World Family Organisation. Le lingue utilizzate saranno tedesco, inglese e francese; in allegato il depliant illustrativo in lingua inglese.

 Depliant (217.85 KB)  su   www.age.it

"OGNI GOCCIA...D'ACQUA RIEMPIE IL MARE..."

ADERISCI ANCHE TU !!!

leggi qui chi aderisce all' appello PER LA PETIZIONE "Troviamo i bambini"

http://www.troviamoibambini.it/index.php/links/

dal sito "troviamoibambini" “Se scomparisse TUO figlio, che faresti?”
Mi sento in dovere, di inserire nel blog questo post.chiedendo, a chi può, di dare una mano, al comitato  "troviamoibambini."
spero che in molti vorranno aderire all' iniziativa.

Agepompei


dal sito "troviamoibambini"
storia di “Troviamo i bambini”, iniziò alla scomparsa di Tommaso Onofri…

Quella sera una trasmissione televisiva “Matrix” parlava di bambini scomparsi , e ad un certo punto il Dr. Mentana menzionò un sito www.bambiniscomparsi.it ….
Andammo su questo sito, e ci sembrò davvero impossibile, perché, come tutti coloro che guardano la tv, ricordavamo solamente Angela Celentano e Denise Pipitone…
Passammo ore ed ore a fare ricerche via internet, e a parlare con le famiglie di questi bambini, dove tutte sottolineavano la problematica maggiore, DIFFONDERE LE FOTO, sotto ogni forma e canale.

Ogni persona che leggerà tutto ciò, penserà:
“Si potrebbero mettere le foto dei bimbi sulle confezioni del latte, come in America”
“Si potrebbero mettere sulle buste della spesa”
“Si potrebbero……..”

Si potrebbero mettere davvero su molti prodotti a largo consumo, usando davvero TUTTE LE TECNOLOGIE di cui oggi disponiamo, ma purtroppo occorre, sensibilizzare le coscienze e gli animi di queste aziende , che potrebbero fare molto, ed incredibilmente rifiutano di essere associate a cose spiacevoli, non volendo assolutamente creare precedenti, inventando tutte le scuse possibili ed immaginabili per evitare di diffondere attraverso i loro prodotti e la loro tecnologia la foto di questi bambini…

Quindi, si potrebbe, ma non si vuole…


Aziende che sono arrivate ad essere, grosse aziende, grazie ai loro clienti, aziende che dovrebbero “sentire” spontaneamente il voler aiutare nella problematica dei “bambini scomparsi”, aziende che dall’alto del loro business, guardano queste famiglie come se la cosa non le riguardasse…

Ci siamo sentiti rispondere da una nota azienda:

“Ma Signori e se dovesse scomparire il gatto, ci mettiamo a diffondere anche quelle ?”

 Incredibile…

Queste famiglie, si ritrovano con un dolore nel cuore indescrivibile, e devono anche mandare giù il fatto, che nessuno voglia diffondere nel modo più opportuno e sotto diversi canali informativi, le foto dei loro bimbi.

Ora, i canali dell’informazione pubblicano le foto dei bambini, o all’avvenuta scomparsa o a novità inerenti al caso, attendendo lo scoop, le aziende che potrebbero diffondere le foto, non vogliono essere associate a cose spiacevoli…

Come pensiamo di ritrovarli questi bambini ? Passando parola ?

Si chiama civiltà, sensibilità, solidarietà, ma capiamo che quando non ci sia un ritorno economico per queste aziende, ma chi gli e lo fa fare ? Tutto gira attorno al Dio denaro. Giusto ?

E STIAMO PARLANDO DI BAMBINI !!!!!!!!!!!!!

Allora queste aziende, che molto spesso hanno pubblicità commoventi e slogan accattivanti mirati alle belle famiglie italiane, giocano allo “STANCARTI”, diventano “LATITANTI”, non riesci più a parlare con nessuno di loro, sono perennemente in riunione, e l’unica cosa che puoi fare è rendere pubblico il tutto, chiedendo aiuto alla gente comune, facendoli vergognare davanti ai loro clienti.

E il tempo passa……..

E ogni ora, ogni giorno, è tempo prezioso che non va buttato via in questo modo, il tempo va utilizzato per ritrovarli.

Invece di porre solo problemi sarebbe anche ora di trovare soluzioni, non esiste il “non possiamo” esiste il “non vogliamo”, e sarebbe oltremai sgradevole che un azienda dicesse NON VOGLIO, ma per lo meno sarebbe SINCERO , non trovate ? Ma poi con le pubblicità strappa lacrime che si ritrovano, come farebbero, non sarebbero più credibili…

Provate a pensare a tutte le pubblicità che sentiamo e vediamo in tv ogni giorno, e scoprirete che mirano tutte ai nostri cuori, alle nostre emozioni, per poi scoprire che molte di queste aziende, vendono ciò che non sono, perchè chi non è sensibile ad un bambino che può essere in difficoltà chissà dove, si deve solo vergognare a studiare certe campagne pubblicitarie, e a suo tempo sarà nostra cura mettere on line il tutto.

Ora per i più restii a sostenerci sottoponiamo la seguente domanda:

“Se scomparisse TUO figlio, che faresti?”
 
Consigliamo a tutti i Dirigenti di tutte le grosse aziende Italiane di porsi anche loro tale domanda, non considerandosi immuni, perché purtroppo, non capita sempre agli altri.

Ma soprattutto: “Non è grave il clamore chiassoso dei violenti, bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste”.

Grazie.

IL Comitato.

www.troviamoibambini.it

http://www.troviamoibambini.it/index.php/la-nostra-storia/

Appello-Petizione:“Troviamo i bambini !”

da una richiesta di aiuto per e-mail privata ricevuta mi associo all' appello che pubblico
integralmente
AGE Pompei

Gentili Signori,
Mi rivolgo a Voi per l’iniziativa “Troviamo i bambini !” che potete visionare nel sito ufficiale
www.troviamoibambini.it.

Tale iniziativa è stata appoggiata dal Tg2 in data 23 Dicembre 2006 (nell’home page del sito in alto potete visionarla), e successivamente linkata dal sito di Beppe Grillo nell’articolo “Cerchiamo Denise” in data 31 Dicembre 2006. Se ciccate sulla frase “La diffusione delle immagini dei bambini scomparsi” Vi porta  direttamente al nostro sito.

In data di oggi inoltre alle ore 15.50 su Rai 1 nella trasmissione “FESTA ITALIANA…STORIE”, la famiglia Celentano ha presentato l’appello/petizione.

I primi 100 blog italiani inseriranno nell’home page il banner (scaricabile sempre dal nostro sito), questo perché dobbiamo assolutamente dimostrare alle aziende di telefonia mobile che molta gente è con noi, infatti sono migliaia i SI e le e mail, che arrivano giornalmente.

Chiediamo anche il Vostro aiuto inserendo nella Vostra Home page il banner, visto che come Associazione rappresentate “I genitori Italiani”, sicuramente sensibili al problema “Bambini scomparsi”.

Certa di un Vostro celere riscontro alla presente, gradite i migliori saluti.
Cora Bonazza

 BANDO PUBBLICO

“SCUOLE APERTE”
La Regione Campania – Assessorato all’istruzione e formazione – ha finanziato un progetto per l’attivazione di iniziative finalizzate alla promozione della coesione sociale attraverso la diffusione della cultura della pace, dell’intercultura e dei diritti umani.
Il soggetto attuatore è l’IPSAR “de’Medici” di Ottaviano, ha promosso la costituzione di una rete di partenariato con Istituzioni e Associazioni operanti sul territorio per il conseguimento delle seguenti finalità progettuali:
- promozione culturale, sociale e civile del territorio per la cittadinanza attiva
- riduzione dei livelli di dispersione scolastica e formativa
- riorientamento lavorativo per giovani e adulti di qualsiasi età
- integrazione degli stranieri, con particolare attenzione alla numerosa comunità cinese del territorio.
La proposta formativa avrà inizio nell’ultima decade di gennaio, terminerà nel mese di giugno 2007,  è strutturata su tre giorni settimanali :
- modulo di accoglienza
- modulo di educazione linguistica e di cultura generale di base
- laboratorio di pasticceria
- laboratorio di somelbar
- laboratorio di arte bianca (pane, pasta, pizza)
- sportello di consulenza, orientamento, mediazione linguistica e socio-culturale
- scambio culturale con un Paese europeo.
Le iscrizioni ad uno dei suddetti laboratori si possono effettuare presso le seguenti strutture entro e non oltre il 18 gennaio 2007:
• IPSAR “de’ Medici” – via Zabatta,19 – Ottaviano (tutti i giorni dalle ore 9 alle 23)
• Comune di Ottaviano – Ufficio Assessorato P.I. - (tutti i giorni dalle ore 9 alle 23)
• ASCOM di Ottaviano – II trav. Via Lucci, 11 b ( lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16 alle ore 20).
Le iscrizioni e la frequenza sono gratuite. In caso di eccedenza del numero degli aspiranti (n° 20 iscritti per laboratorio) si procederà ad una prova di selezione attitudinale a cura del Comitato di pilotaggio del progetto.

Ottaviano,

Comunicato stampa : I genitori denunciano: ancora un film contro i bambini
 
Le tre Associazioni, AGE – AGESC – CGD, a cui appartengono i rappresentanti dei genitori membri delle Commissioni di Revisione Cinematografica, Sezione Cinema, denunciano l’ennesimo episodio di indifferenza alla tutela dei minori con l’uscita dell’ultimo film di Mel Gibson, Apocalypto con la qualifica “per tutti” malgrado le ripetute e forti scene di violenza che infarciscono la narrazione filmica. 

il comunicato è visibile integralmente al link   http://www.age.it/
  

Scuola, iscrizioni per il 2007/2008 entro il 27 gennaio 2007 
Roma, 21 dicembre 2006
È stata firmata oggi dal Direttore generale per gli Ordinamenti scolastici, la circolare con le istruzioni e le indicazioni per la presentazione delle domande di iscrizione alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2007/2008.

Il termine ultimo di presentazione delle domande è fissato al 27 gennaio 2007.

La circolare è consultabile sul sito all'indirizzo www.pubblica.istruzione.it.

Maturità con nuove regole per quasi mezzo milione di studenti italiani. La Camera ha approvato con 275 voti favorevoli e 220 contrari il disegno di legge che modifica gli esami di Stato. Stando alle dichiarazioni rilasciate dal ministro della Pubblica istruzione Giuseppe Fioroni qualche settimana fa, le novità introdotte dal disegno di legge governativo presentato per ridare credibilità ad un esame che rischiava di ridursi in molti casi ad una specie di formalità saranno operative sin dalla prossimo giugno.

Le novità.le commissioni che torneranno ad essere a maggioranza 'esterna'.la commissione giudicatrice sarà composta al massimo da 6 prof, tre interni e tre provenienti da altre scuole generalmente della stessa provincia. A guidare gli esami sarà un presidente, anch'egli esterno, che dovrà seguire i lavori di due classi o al massimo 70 alunni. Tramonta, in questo modo, l'era del presidente-notaio costretto, fino all'anno scorso, a seguire i lavori anche di venti classi contemporaneamente.

l'accesso agli esami di maturità non sarà più scontato. Prima di affrontare scritti e orali i ragazzi del quinto anno delle scuole superiori se la dovranno vedere col giudizio formulato dai loro stessi professori. L'ammissione agli esami, di fatto abolita dalla riforma Berlinguer del 1999, tornerà a rappresentare il primo scoglio da superare sarà motivo di batticuore per alunni e genitori: soltanto coloro che mostreranno di possedere la preparazione adeguata potranno accedere agli esami. Ma non basta. Per sedersi al cospetto della commissione (attenzione: questo però a partire dal 2008/2009) occorrerà anche avere superato tutti i debiti formativi degli ultimi due anni.

Novità in arrivo anche per le prove d'esame, ma solo per gli studenti degli istituti tecnici e professionali. La seconda prova scritta (quella di indirizzo) si svolgerà in laboratorio e potrà durare anche più giorni. Un modello simile a quello attualmente in vigore per i licei artistici e gli istituti d'arte che svolgono la seconda prova in tre giorni. E se per i gestori dei cosiddetti diplomifici la vita si complicherà per i più bravi sarà a disposizione la lode.

I privatisti. Coloro che si presentano agli esami senza avere seguito neppure un giorno di lezione dovranno sostenere una prova preliminare e potranno presentarsi in una scuola statale o paritaria del comune di residenza. Stretta in vista anche per i cosiddetti "saltanti per merito". Per approdare direttamente all'esame Stato dal penultimo anno di corso (senza cioè frequentare il quinto anno), oltre ad essere promossi con almeno otto in tutte le materie a giugno (al quarto anno) occorrerà avere una carriera scolastica immacolata: almeno sette in tutte le materie degli anni precedenti e neppure una bocciatura. Il boom di candidati esterni delle paritarie, passati dai 348 del 2001 ai quasi 11 mila dell'estate scorsa dovrebbe così arrestarsi. E anche i 'viaggi della speranza' che hanno portato non pochi studenti a sostenere gli esami in scuole a centinaia di chilometri di distanza dal comune di residenza o i 'miracoli' di coloro che, bocciati nelle statali, diventavano 'ottisti' nelle paritarie.

"Vogliamo una scuola seria, credibile, autorevole, che faccia andare a testa alta i nostri studenti in Italia e in Europa. Grazie al Parlamento un primo passo lo abbiamo fatto oggi: questo è un si che restituisce alla scuola un esame di Stato credibile di fronte all'Università e al mondo del lavoro" dice il Ministro dell'Istruzione Giuseppe Fioroni.

(19 dicembre 2006)  www.pubblica.istruzione.it.

 

  

Comunicato

Dall' Associazione Donne Architetto

giovedi 21/12/06,ore 17/00

Solstizio di Inverno

presso la sede dell'Ordine degli Architetti
p.p.c di Napolie Provincia
p.tta Matilde Serao n°7
verrà presentato il bollettino n°1
trimestrale dell'Associazione Donne Architetto Napoli

Saluti:

Paolo Pisciotta
Presidente dell'Ordine degli Architetti
p.p.c degli Architetti di Napoli e Provincia

Interverranno:

Teresa Armato
Assessore all' università e ricerca scientifica, innovazione
tecnologica e nuova economia, sistemi informativi e statistica della Regione Campania
Angela Cortese
Assessore alle politiche scolastiche e formative, edilizia scolastica e pianificazione scolastica pari oppotunità della Provincia di Napoli
patrizia capua
quotidiano la Repubblica
Carla di Napoli
quotidiano il Mattino
coordina Anna Fresa
Presidente dell'Associazione Donne Architetto.

AGE POMPEI

 

Leggere...Sapere...Capire...Fare...=Legalita

Ci sono due errori che si possono fare
lungo la via verso la verità...
non andare fino in fondo,
e non iniziare.
(Confucio)

DALL AGE DI POMPEI
RIFLESSIONI SULLA LEGALITA'

SUI FATTI ACCADUTI A NAPOLI
Come genitori... come famiglia...
Non possiamo chiudere gli occhi.
Non possiamo restare a guardare.
Non possiamo fingere che tutto va bene.
Abbiamo il dovere di dare l'esempio.
Rispettando prima noi adulti
i diritti ed i doveri.
Solo così possiamo essere d'esempio.
E non lasciare soli i nostri ragazzi.
E... costruire il futuro dei giovani.
E... costruire davvero il domani.
Ricostruire i valori forti
che ci appartengono.

AGE POMPEI

 

“SCUOLE APERTE”
La Regione Campania – Assessorato all’istruzione e formazione – ha finanziato un progetto per l’attivazione di iniziative finalizzate alla promozione della coesione sociale attraverso la diffusione della cultura della pace, dell’intercultura e dei diritti umani.
Il soggetto attuatore è l’IPSAR “de’Medici” di Ottaviano, ha promosso la costituzione di una rete di partenariato con Istituzioni e Associazioni operanti sul territorio per il conseguimento delle seguenti finalità progettuali:
- promozione culturale, sociale e civile del territorio per la cittadinanza attiva
- riduzione dei livelli di dispersione scolastica e formativa
- riorientamento lavorativo per giovani e adulti di qualsiasi età
- integrazione degli stranieri, con particolare attenzione alla numerosa comunità cinese del territorio.
La proposta formativa avrà inizio nell’ultima decade di gennaio, terminerà nel mese di giugno 2007,  è strutturata su tre giorni settimanali :
- modulo di accoglienza
- modulo di educazione linguistica e di cultura generale di base
- laboratorio di pasticceria
- laboratorio di somelbar
- laboratorio di arte bianca (pane, pasta, pizza)
- sportello di consulenza, orientamento, mediazione linguistica e socio-culturale
- scambio culturale con un Paese europeo.
Le iscrizioni ad uno dei suddetti laboratori si possono effettuare presso le seguenti strutture entro e non oltre il 18 gennaio 2007:
• IPSAR “de’ Medici” – via Zabatta,19 – Ottaviano (tutti i giorni dalle ore 9 alle 23)
• Comune di Ottaviano – Ufficio Assessorato P.I. - (tutti i giorni dalle ore 9 alle 23)
• ASCOM di Ottaviano – II trav. Via Lucci, 11 b ( lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16 alle ore 20).
Le iscrizioni e la frequenza sono gratuite. In caso di eccedenza del numero degli aspiranti (n° 20 iscritti per laboratorio) si procederà ad una prova di selezione attitudinale a cura del Comitato di pilotaggio del progetto.

Ottaviano,

 

Concorsi : Premio Andrea Scuola - 4^ edizione
 
A SCUOLA CON QUALITA'

Al via la 4a edizione del Premio Andrea per la Qualità nella scuola, che in passato ha visto la partecipazione di centinaia e centinaia di scuole. Il concorso è aperto a dirigenti, insegnanti, operatori scolastici e genitori della Scuola dell'infanzia, della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1° grado, della Scuola Superiore e Formazione Professionale, sia statali
che paritarie nonché alle Associazioni Genitori locali.
Nella valutazione dei progetti si terrà conto del miglioramento della qualità, del coinvolgimento e della partecipazione dei genitori e del grado di riproducibilità in altre scuole e/o contesti. Scadenza il 15 ottobre 2007.

 Leggi il bando  (199.06 KB)   su   www.age.it


 

 

Continua il seminario invisibile...“Leggere pedagogicamente la città”

DA LINDA GIANNINI RICEVIAMO
“Leggere pedagogicamente la città”
Per una maggiore visibilità del "Seminario Invisibile"
si segnala un aggiornamento tra i materiali
presenti in relazione al Seminario On line “Leggere pedagogicamente la citta’”
http://www.didaweb.net/liste/leggi.php?a=1954&lista=017

http://www.descrittiva.it/calip/0607/mona/Mariangela-Aiuto.pdf

“IL BRUCO E LA FARFALLA”
L’EDUCATORE PENITENZIARIO
E IL TRATTAMENTO RIEDUCATIVO
NELLA “CITTA’ INVISIBILE”
OVVERO NELLA CASA CIRCONDARIALE
A.A.2004/2005
A cura della Dott.ssa Mariangela Aiuto

Università degli Studi di Palermo
Facoltà di Scienze della Formazione
Cattedra di Pedagogia generale
(Prof. Ignazio Licciardi)

 

SUORE: PROCESSO DA RIFARE. FORSE LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI.
 ROMA - La Cassazione ha annullato la sentenza di secondo grado (definendo le motivazioni "ILLOGICHE E CARENTI") che aveva assolto con formula piena "perché il fatto non sussiste" le due suore che in primo grado erano state condannate a dieci anni dal tribunale di Bergamo.

I bimbi avevano descritto alcuni particolari molto intimi delle stesse, tra cui la cicatrice di una delle due che aveva subito una mastectomia.
Poi la sentenza vergognosa, guarda caso a Brescia, le ha assolte dopo una camera di consiglio "lampo" di 40 minuti.
Ora il processo è da rifare.
 
Nota. La Prometeo, da sempre in prima linea per difendere i bambini abusati, era stata duramente contestata dopo la sentenza di Brescia.
 
fonte : http://www.massimilianofrassi.splinder.com/

 

 

 

Continua il seminario invisibile...“Leggere pedagogicamente la città”

Riceviamo da Linda Giannini di didaweb http://www.didaweb.net/liste/leggi.php?a=1954&lista=017http://www.descrittiva.it/calip/0607/mona/Mariangela-Aiuto.pdf

Sostegno ai bambini di Rignano

TROVIAMO I BAMBINI - ASSOCIAZIONE ANGELA CELENTANO - AGE POMPEI
sostengono e condividono quanto segue:

Aquilone Blu ha nel cuore tutti i bambini del mondo e da 6 anni si batte affinché loro possano avere un'infanzia serena e felice..
Le distanze geografiche non ci hanno impedito di sentire forte e chiaro il bisogno dei bambini di Rignano di non essere lasciati soli e a loro va l'enorme abbraccio di tutte le mamme che scriveranno qui d'ora in poi..

Raccogliamo con affetto la richiesta di una carezza da parte dei vostri bimbi sentiamo il bisogno e il dovere di dirvi che noi ci siamo.. e questo a prescindere da quello che è emergerà dalle indagini e dal processo per i quali non intendiamo esprimere nessun parere o opinione.

Un abbraccio a tutti i vostri bambini, da me da tutti i volontari di Aquilone blu e dalle Associazioni che appoggiano questo nostro pensiero....

 Se vuoi dire la tua scrivi a:
info@aquiloneblu.org
 
Maria Angela Berretti
Presidente di Aquilone blu Onlus

Cora Bonazza
Presidente di Troviamo i Bambini

Catello Celentano
Presidente di Associazione Angela Celentano

Stella Carfora
Presidente Age Pompei

 

 

“Leggere pedagogicamente la città”
Per una maggiore visibilità del "Seminario Invisibile"
si segnala un aggiornamento tra i materiali
presenti in relazione al Seminario On line “Leggere pedagogicamente la citta’”

 

“IL BRUCO E LA FARFALLA”
L’EDUCATORE PENITENZIARIO
E IL TRATTAMENTO RIEDUCATIVO
NELLA “CITTA’ INVISIBILE”
OVVERO NELLA CASA CIRCONDARIALE
A.A.2004/2005
A cura della Dott.ssa Mariangela Aiuto

Università degli Studi di Palermo
Facoltà di Scienze della Formazione
Cattedra di Pedagogia generale
(Prof. Ignazio Licciardi)

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!